Contributi a fondo perduto, tutte le novità

fondo-perduto-min

Per tutte le attività economiche duramente colpite dalla pandemia e dalle relative chiusure arriva un consistente sostegno dallo Stato. I nuovi contributi a fondo perduto intervengono per aiutare una vasta platea di cittadini che hanno subito un danno notevole dalla pandemia. Ne consegue che gli aiuti non vanno ad aiutare tutti indistintamente ma coloro di quali siano stati colpiti dal Covid.

Due paletti!

Beneficeranno dei contributi a fondo perduto quelle attività che alla fine del 2019 non erano in cattive condizioni economiche e che erano entro i due milioni di fatturato. Così, come spiega il sito Ilovetrading.it,  questi due paletti individuano i beneficiari in aziende piccole e medie e che sino all’arrivo del covid funzionavano bene. L’altro paletto è che tra il 2019 ed il 2021 si sia registrato un abbattimento degli introiti di almeno il 30%. Dunque una batosta notevole che viene ristorata col fondo perduto.

Le categorie coinvolte dal sostegno!

Ristorazione, bar e catering, ma anche associazioni sportive professionistiche e dilettantistiche rientrano nel fondo perduto. Anzi proprio le associazioni sportive avranno fondi per la pubblicità e sanificazione degli ambienti. Moda, tessile, vendita al dettaglio di scarpe, borse e profumi, sono molto considerati dai ristori. Ma un posto speciale ce l’ha il settore dei matrimoni, colpito con grande durezza dalle chiusure. La cultura, con cinema e teatri, ma anche musei, ne beneficerà. Ma quando arrivano i soldi promessi? Una volta approvato il decreto attuativo si sapranno con certezza tempi e modi per l’erogazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news