Reddito di cittadinanza, per la richiesta online serve lo Spid!

Reddito di cittadinanza, ecco i requisiti per ottenere il sussidio!

Il sito dedicato alla misura fortemente voluto dal M5S è stato inaugurato il 4 febbraio 2019. Sul portale web dedicato al Reddito di Cittadinanza, disponibile al seguente indirizzo www.redditodicittadinanza.gov.it, vengono indicati i requisiti e come fare richiesta a partire dal 6 marzo 2019. Il reddito di cittadinanza è lo strumento di sostegno economico e formazione professionale indirizzato a coloro che si trovano in condizioni di particolare disagio economico e sociale, per contrastare la povertà, la diseguaglianza e l’esclusione sociale, a garanzia del diritto al lavoro e alla formazione professionale.

Reddito di cittadinanza, per la richiesta online serve lo Spid!

Per la richiesta online del Reddito di cittadinanza, come viene riportato sul sito ufficiale, serve lo Spid, ovvero il Sistema pubblico di identità digitale. La richiesta dello Spid potrà essere effettuata sia online oppure recandosi personalmente presso un centro Caf o gli Uffici Postali. Inoltre, si può fare richiesta accedendo direttamente al sito istituzionale www.spid.gov.it/richiedi-spid oppure presso uno dei fornitori (Aruba, Infocert, IntesaId, Lepida, Namirial, Tim, Poste, Sielte, SpidItalia).

Per quanto riguarda i documenti per richiedere lo Spid servono un documento valido di riconoscimento, tessera sanitaria, indirizzo mail e un numero di cellulare. Successivamente nella procedura di riconoscimento, l’utente dovrà scegliere nome utente e password utilizzati per l’accesso del sito Spid. Il sito, inoltre, può richiedere, per ogni accesso, anche una password temporanea, che l’utente deve creare con un app del fornitore di spid o riceve via sms.

La domanda può essere presentata, in modalità cartacea, presso gli uffici postali avvalendosi del modello di domanda dell’Inps, a partire dal 6 marzo 2019 (e ogni giorno 6 del mese). Il beneficio economico viene accreditato mensilmente su una carta prepagata, la cosiddetta “CartaRdc”. Occorre aver compiuto 18 anni ed essere disoccupato o inoccupato; avere un Isee inferiore a 9.360 euro e un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui. Possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, fino ai 30.000 euro annui.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news