Caos manovra, il voto al maxiemendamento slitta stasera alle 20

Manovra, spunta nuova ipotesi: tetti automatici quota 100 e reddito di cittadinanza

In Senato è approdato il maxiemendamento alla manovra 2019, bollinato dalla Ragioneria di Stato, contiene le modifiche decisive per l’approvazione della Legge di Bilancio. Sul provvedimento il governo ha posto la fiducia, tra le proteste delle opposizioni che hanno reso necessaria la sospensione della seduta. La maggioranza  dovrebbe votare la fiducia alla legge di bilancio in tarda serata, con l’inizio delle votazioni dalle 20. Si allungano i tempi, dunque, per il varo della manovra alla Camera dopo l’ok del Senato. Secondo quanto trapelato da fonti di Montecitorio, la legge di bilancio sarà all’esame della commissione il 27 dicembre per approdare in aula il 28 ed essere varata entro sabato 29.

Manovra 2019, governo presenta maxiemendamento e pone fiducia. Slitta esame Camera

Nessuna guerra con i tecnici del Mef, assicura il vicepremier Matteo Salvini riferedosi allo slittamento del maxiemendamento al Senato. Il vicepremier e ministro dell’Interno ha affermato di aver seguito la partita sulla manovra fino a tarda notte. “C’erano problemi di coperture, perché si spostavano prima su alcune misure, poi su altre“, ha sottolineato Matteo Salvini. “Ora è tutto ok, ci sarò anche nei prossimi giorni alla Camera”, ha spiegato.

Nel testo sono state confermate diverse misure già annunciate nei giorni scorsi, come l’ecotassa (con gli incentivi per auto elettriche e ibride), tagli all’indicizzazione delle pensioni da 1521 euro in su. Poi è stato confermato anche il contributo dalle pensioni d’oro, così come le risorse per quota 100 e reddito di cittadinanza. Ci sono i tagli all’editoria e la web tax. Saltata, nonostante le proteste, la liberalizzazione per le Ncc. Le telefonate per prenotare la corsa dovranno passare per forza attraverso le rimesse, che si dovranno trovare all’interno del comune (o della provincia e della città metropolitana) che ha rilasciato l’autorizzazione.  Come ha spiegato il sottosegretario all’Economia, Massimo Garavaglia, quello del noleggio con conducente è “un tema complesso”, e ha promesso: “Ci torneremo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore