Un nuovo bonus da 2000 euro per le partite IVA! Tutte le novità

michele-emiliano-min

Con lo stato di emergenza coronavirus che l’Italia ha dovuto affrontare, tra i soggetti più colpiti ci sono i professionisti con partita IVA. Questa categoria di lavoratori ha ricevuto dei sussidi da parte del Governo, ma con molti paletti. In seguito a ciò alcune Regioni si sono adoperate per erogare nuove sovvenzioni. La principale novità viene dalla Puglia, che ha deciso di stanziare un bonus dedicato solo alle partite IVA.

È una cosa diversa rispetto al bonus di mille euro previsto dal Decreto Rilancio per i professionisti. Questo aiuto è stato stanziato autonomamente dalla Regione Puglia, nell’ambito del progetto Start. Il sussidio è rivolto a liberi professionisti, autonomi e Co.co.co. Per ottenere il bonus partite IVA, il reddito non deve superare i 23.000 euro. Potranno richiederlo i liberi professionisti titolari di partita IVA attiva alla data dell’istanza.

Come fare la domanda

Rientrano nel beneficio gli studi associati, purché non siano di natura commerciale. Potranno richiedere il bonus anche i titolari di rapporti di collaborazione continuata alla data del 1 febbraio 2020, iscritti alla Gestione separata INPS. Possono accedere anche lavoratori autonomi con partita IVA non iscritti ad altre forme previdenziali. Per chi volesse fare domanda, basterà accedere tramite SPID alla piattaforma Sistema Puglia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news