Tutti i pagamenti INPS di giugno 2023, ecco il calendario

Pensioni: pubblicato decreto ministeriale, domande on line entro il 12 dicembre 2018

Nel mese di giugno 2023 ci sono una serie di scadenze relative agli emolumenti da parte dell’INPS. In particolare abbiamo le pensioni, la Naspi, la Cassa Integrazione (CIG), il Reddito di Cittadinanza (RdC) e l’Assegno Unico. Andiamo a vedere insieme il calendario con tutte le date previste per queste erogazioni e come verificarle sul fascicolo previdenziale del cittadino.

Pensioni e indennità di disoccupazione Naspi!

Dal 1° giugno 2023, i titolari di Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta, Postepay Evolution, carta Postamat e Carta Libretto potranno prelevare l’importo delle pensioni presso gli oltre settemila ATM Postamat. La stessa data è prevista per i pagamenti effettuati in banca. La disoccupazione Naspi viene pagata mensilmente entro il 15 del mese successivo. Per giugno 2023, il pagamento dovrebbe avvenire entro il 12 giugno.

Assegno Unico, RdC e Cassa Integrazione!

L’Assegno Unico ha sostituito gli assegni familiari e le detrazioni fiscali per i figli a carico fino a 21 anni di età a partire da marzo 2022. Il pagamento dell’Assegno Unico INPS dovrebbe avvenire tra la seconda e la terza settimana di giugno 2023. Per il Reddito di Cittadinanza (RdC) e la Pensione di Cittadinanza (PdC), i pagamenti dovrebbero iniziare a partire dal 27 giugno 2023. Per chi è in attesa dei pagamenti della Cassa Integrazione in deroga, del Fondo per l’artigianato o di altre tipologie di cassa integrazione, è possibile controllare le date di disponibilità sul servizio online fascicolo previdenziale accedendo alle sezioni “prestazioni” e “pagamenti”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore