Scuola, torna la didattica a distanza in Campania?

Scuola, i nuovi investimenti per il 2022, tutte le novità

Dall’8 dicembre in Campania potrebbe partire un mese di didattica a distanza. Infatti la Regione ha chiesto al Governo di sospendere le lezioni in presenza, a causa degli aumenti dei contagi in classe che si stanno verificando in queste settimane. “Abbiamo proposto di avere un mese di didattica a distanza nella scuola dell’obbligo a partire dall’8 dicembre – ha dichiarato il vice presidente della giunta regionale Fulvio Bonavitacola, intervenendo, come riporta il sito di Fanpage, a Tgnews di Alis Channel – Considerando che ci separano 10-12 giorni dalla vacanze natalizie, sarebbero solo due settimane“.

Dati preoccupanti!

In effetti per Bonavitacola “i dati dei contagi sono molto preoccupanti“. Nella settimana compresa tra il 17 e il 23 novembre nelle scuole dell’Asl Napoli 1 Centro si sono registrati ben 166 casi, in maggioranza nelle scuole elementari e medie. Solo il 20 luglio scorso, il governatore Vincenzo De Luca aveva dichiarato: “Riteniamo indispensabile per quest’anno evitare la Dad nelle scuole della Campania. Sarebbe davvero un danno grave per i percorsi formativi e di socializzazione dei nostri studenti. Per raggiungere questo obiettivo è essenziale sviluppare una campagna di vaccinazioni mirata per la fascia di giovani tra i 12 e i 19 anni”.

Una situazione capovolta!

Tuttavia, nel giro di pochi mesi, la situazione si è capovolta, e i contagi sono tornati a salire, andando a colpire soprattutto chi non si è ancora vaccinato, arrivando a sfiorare anche i mille al giorno. Negli ultimi giorni era arrivata anche la sentenza del Tar che aveva bocciato le ordinanze di chiusura delle scuole della Regione Campania fatte a inizio anno, ma evidentemente il Governatore è intenzionato a riproporre la misura, se ci sarà l’ok del governo Draghi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore