Saldi invernali penalizzati dalle stagioni anomale. Le ultime novità

saldi-invernali-min

Si ripropone il problema dei saldi invernali che si approssimano, infatti sono fissati per il 5 gennaio 2024, mentre gli operatori del comparto commerciale stentano a vendere a causa delle temperature per niente autunnali. Ad esempio l’associazione ’Empoli in Azione’ propone all’amministrazione regionale di far slittare il periodo previsto per i saldi, in particolare nel settore della moda e dell’abbigliamento.

Le temperature non calano!

Spiega in effetti l’associazione che a deispetto del fatto che siamo a novembre inoltrato, le temperature non danno segni di voler diminuire e naturalmente questo fatto può comportare gravi conseguenze commercianti. E dunque a questo punto sarebbe magari il caso di fare una revisione dello spazio temporale di programmazione dell’ apertura dei saldi stagionali, in relazione alla situazione che si è venuta a creare.

Lo spostamento dei saldi sarebbe una boccata d’ossigeno!

Oltre a ciò, la stessa Confesercenti ha negli ultimi giorni fatto un riferimento al problema che è sorto delle condizioni climatiche anomale che in effetti hanno visto porre dei condizionamenti negativi rispetto al lancio delle collezioni invernali. Ne consegue che l’andamento delle vendite ha subito importanti oscillazioni in negativo, che potrebbero essere ammortizzate solamente da un intervento sulla collocazione temporale dei prossimi saldi che potrebbe dare una boccata di respiro alle vendite. Da parte delle categorie interessate c’è l’invito alla Regione a tutelare i loro interessi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore