Saldi invernali 2019: ecco le date di inizio. Il calendario regione per regione

Saldi invernali 2019: ecco le date di inizio. Il calendario regione per regione

I saldi sono le vendite a prezzi scontati nel settore commerciale dell’abbigliamento, che di solito vengono fatti dopo le feste natalizie e ai primi di luglio. Per poter effettuare i saldi le catene di negozi devono rispettare alcune regole. Come ad esempio il prezzo originale di ogni prodotto in saldo deve essere sempre indicato in modo chiaro e inequivocabile, vicino alla percentuale di sconto e al prezzo scontato. Le merci in saldo devono essere tenute in zone separate rispetto a quelle non in saldo, in modo da non essere confuse. I saldi invernali 2019, cominceranno in quasi tutte le regioni da sabato 5 gennaio 2019 e termineranno il martedì 5 marzo 2019.

Diversa tra le varie regioni invece è la fine del periodo di acquisti low cost. La maggior parte di essere avrà vita fino al periodo a cavallo tra fine febbraio e inizio marzo. Più breve invece l’arco di tempo che riguarda la Liguria e il Trentino Alto Adige, che chiuderanno i battenti il 18 febbraio. Il più lungo invece fa tappa in Friuli Venezia Giulia con la chiusura prevista per il 31 marzo. Per quel che riguarda Lazio e Lombardia chiusure differenti rispettivamente al 28 febbraio e 5 marzo.

Ecco il calendario dei saldi invernali 2019 suddiviso regione per regione

In Abruzzo inizieranno il 5 gennaio e termineranno il 5 marzo, in Basilicata il 2 gennaio fino 1 marzo, in Calabria dal 5 gennaio al 28 febbraio, in Campania dal 5 gennaio al 2 aprile, in Emilia Romagna dal 5 gennaio al 5 marzo, Friuli Venezia Giulia dal 5 gennaio al 31 marzo,nel Lazio dal 5 gennaio 2018 al 28 febbraio, in Liguria dal 5 gennaio al 18 febbraio, in Lombardia dal 5 gennaio al 5 marzo, nelle Marche dal 5 gennaio dal 1 marzo, in Molise dal 5 gennaio dal 5 marzo.

Mentre in Piemonte dal 5 gennaio al 28 febbraio, in Puglia dal 5 gennaio dal 28 febbraio, in Sardegna dal 5 gennaio al 5 marzo, in Sicilia dal 6 gennaio al 15 marzo, in Toscana dal 5 gennaio al 5 marzo, in Umbria dal 5 gennaio al 5 marzo, in Valle D’Aosta dal 3 gennaio dal 31 marzo, in Veneto dal 5 gennaio dal 31 marzo, infine, in Trentino-Alto Adige dal 5 gennaio al 16 febbraio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news