Riforma pensioni: il Fondo integrativo proposto dall’Inps

Pensioni d'accompagnamento, le ultime novità

“Il Ministero del lavoro ci ha chiesto una valutazione circa una possibile nuova idea e stiamo pensando ad un Fondo integrativo pubblico volontario“, ha dichiarato il presidente dell’Inps Pasquale Tridico al Forum dell’Ansa. Tale Fondo potrebbe “contribuire” all’Ago, dando la possibilità di cumularsi con esso. “Tale fondo integrativo potrebbe funzionare anche come fonte dalla quale riscattare contributi e montanti da aggiungere al conto obbligatorio“, ha spiegato Tridico a DiMartedì. In questo modo si realizzerebbe una sorta di pensione di garanzia per coloro che hanno carriere  contributive discontinue.

Dopo aver incassato il parere negativo dei sindacati, a bocciare l’idea del Fondo  integrativo pubblico è stato Claudio Durigon. “Sorprendono le parole del Presidente dell’Inps Tridico, che propone di istituire un fondo di previdenza complementare presso l’Inps, creando una concorrenza sleale nei confronti dei fondi negoziali”, ha dichiarato l’esponente della Lega, come riporta AdnKronos.

Durigon:”Una strada già percorsa con risultati pessimi”

Quella del Fondo integrativo pubblico, per Durigon è: “Una strada questa già percorsa con risultati pessimi. E’ stato infatti da poco abolito FondInps proprio perchè poco efficiente, come attestato dalla Covip. L’Inps ha già molte competenze da seguire”.

Aprire un tavolo sulla previdenza complementare

”Invitiamo quindi Tridico a fare meglio il suo mestiere e a concentrarsi su questo. Viste queste premesse invito pertanto il Ministro del lavoro a smentire Tridico e ad aprire un tavolo sulla previdenza complementare, troppo trascurata in questi anni e addirittura vessata dalla sinistra al governo”, ha proseguito l’esponente leghista, il quale ha osservato: “Ricordo infatti una vergognosa tassazione sui rendimenti degli investimenti pari al 20%. Quasi al livello dei fondi speculativi. Incentiviamo piuttosto e promuoviamo in manovra la previdenza complementare, responsabilizzando anche le parti sociali”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news