Pensioni scuola 2020: le novità per il TFS ed il TFR

Scuola in Campania, il Tar sospende l'ordinanza di De Luca. Domani il rientro in presenza

Il  termine per la presentazione della domanda di cessazione dal servizio dei dirigenti scolastici dal 1° settembre 2020 è fissato al 28 febbraio 2020. Per il personale docente, educativo e A.T.A il termine è fissato al 30 dicembre 2019. Le domande di cessazione dal servizio e le revoche delle stesse devono essere presentate utilizzando la procedura telematica POLIS “istanza online”, disponibile sul sito internet del Ministero

Inoltre, le domande di pensione devono essere presentate direttamente all’INPS attraverso le seguenti modalità: online accedendo al sito dell’Istituto, tramite Contact Center integrato, attraverso l’assistenza gratuita del Patronato. L’accertamento del diritto al trattamento pensionistico sarà effettuato dalle sedi competenti dell’INPS entro il 29 maggio 2020.

Indicazioni operative riguardo all’anticipo del TFS e TFR 

Il decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4 convertito dalla legge 28 marzo 2019, n.26, ha introdotto all’art. 23, comma 2, la possibilità per tutti i dipendenti che risolvono il rapporto di lavoro con diritto a pensione, di presentare alle banche o agli intermediari finanziari che aderiscono ad un apposito accordo, una richiesta di finanziamento delle indennità di fine servizio comunque denominate, per un importo non superiore a 45.000 euro.

L’attuazione di tale norma è stata demandata ad un D.P.C.M, in corso di perfezionamento, che ha come obiettivo quello di procedere alla regolamentazione delle modalità di erogazione anticipata delle prestazioni di fine servizio, e ad un Accordo quadro che dovrà definire i termini e le modalità di adesione e le condizioni  economiche delle Banche. Pertanto, al fine di consentire alle sedi INPS di predisporre le quantificazioni delle
prestazioni finalizzate alla richiesta di anticipo del TFS e del TFR, una volta che il D.P.C.M. sarà emanato, gli Uffici scolastici territoriali dovranno provvedere a fornire alle sedi Inps di competenza, tempestivamente, i dati giuridici ed economici necessari per quantificare l’importo oggetto di finanziamento.

Trasmissione dei dati utili alla liquidazione dei trattamenti di fine servizio (TFS) e dei trattamenti di fine rapporto (TFR)

A partire dalle cessazioni 2020, la modalità ordinaria di comunicazione dei dati utili all’elaborazione del TFS dovrà essere quella telematica. Infatti, in adesione al processo di semplificazione e dematerializzazione della comunicazione tra l’Istituto ed i datori di lavoro pubblici che vede il superamento dell’invio cartaceo  dei dati giuridici ed economici necessari all’elaborazione del trattamento di fine servizio (TFS), è stato rilasciato in esercizio un applicativo “Comunicazione di cessazione” che sostituisce i vecchi modelli cartacei per la
comunicazione dei dati giuridici ed economici necessari alla liquidazione dei trattamenti di fine servizio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news