Pensione anticipata per i lavori usuranti, chi ne ha diritto!

Pensione anticipata, domande entro il 1 marzo 2022. Scopriamo per quali categorie

 

L’INPS ha dato le indicazioni per la presentazione entro il 1° maggio 2021 delle domande di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti, per i lavoratori che maturano i requisiti agevolati per l’accesso al trattamento pensionistico dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022. La domanda può essere presentata anche dai lavoratori dipendenti del settore privato che hanno svolto lavori particolarmente faticosi e pesanti e che raggiungono il diritto alla pensione di anzianità con il cumulo della contribuzione versata in una delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi.

Le categorie che ne hanno diritto!

Come spiega il sito quifinanza.it, la norma permette il pensionamento anticipato ai lavoratori che svolgono attività particolarmente faticose e pesanti. Le categorie che hanno diritto al beneficio, nel rispetto di determinati limiti di età e di anzianità contributiva sono le seguenti: lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti: ovvero soggetti che svolgono lavori in galleria, cava o miniera; i lavori in cassoni ad aria compressa; i lavori ad alte temperature; lavori in spazi ristretti; le attività per l’asportazione dell’amianto; i lavori svolti dai palombari.

Ci sono poi i lavoratori addetti alla cosiddetta “linea catena”, ovvero i lavoratori alle dipendenze di imprese per le quali operano le voci di tariffa per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro; conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo di capienza complessiva non inferiore a nove posti; lavoratori notturni: i lavoratori che prestano la loro attività per almeno tre ore nell’intervallo tra la mezzanotte e le 5 del mattino per periodi di lavoro di durata pari all’intero anno lavorativo; i lavoratori a turni che prestano lo loro attività nel periodo notturno per almeno sei ore per un numero minimo di giorni lavorativi all’anno non minore di 64.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore