Ora solare 2022, tutte le ultime novità

ora_legale-min

Fra una decina di giorni scatta l’ora solare. Nella notte fra sabato 29 e domenica 30 ottobre 2022, infatti, dovremo portare le lancette un’ora indietro, precisamente dalle 3 alle 2. Indubbiamente perderemo un’ora di luce al pomeriggio, mutamento che verrà compensato al mattino, dato che farà chiaro più presto. Le giornate, quindi, si “accorceranno”, fatto che è considerato da molti, soprattutto meteoropatici, una iattura.

Come riporta il sito de Il Giorno, conviveremo con l’ora solare per circa cinque mesi. Il nuovo cambio dell’ora, dalla solare alla legale, scatterà nell’ultimo week-end del marzo 2023, fra sabato 25 e domenica 26 marzo dell’anno prossimo. In quell’occasione dovremo spostare avanti di un’ora le lancette dei nostri orologi. E, come al solito, le varie fazioni in campo torneranno a dibattere sul fatto se sia vero o meno che si dormirà un’ora in meno.

Abolizione dell’ora solare?

Resta sul tappeto un’altra discussione, più importante, sul tema, quella della possibile abolizione dell’ora solare nel nostro Paese. Mantenere per tutto l’anno l’ora legale, infatti, permetterebbe un certo risparmio quantificato da un’indagine del Centro studi Conflavoro Pmi in 2,7 miliardi di euro nell’anno. La proposta è oggetto di confronto serio da quattro anni, quando i Paesi del Nord dell’Unione Europa hanno avanzato una prima istanza di cancellazione.

A suo tempo da Bruxelles arrivò un’indicazione: ok all’abolizione dell’obbligo, con le nazioni membre dell’Unione lasciate libere di prendere la loro decisione in merito. In tanti, negli anni, hanno rilanciato l’ipotesi dell’addio all’ora solare anche in Italia. A settembre, in questo senso, si è espresso il presidente della Società italiana di medicina ambientale Alessandro Miani.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news