Mutuo agevolato prima casa, partono le domande per il bonus

Mutuo agevolato prima casa, partono le domande per il bonus

Il bonus prima casa entra finalmente in vigore. Il DL Sostegni bis fissa il termine di presentazione delle domande  per ottenere la garanzia di Stato sull’80% sul mutuo. Dal 24 giugno, allo scattare dei trenta giorni dall’entrata in vigore del DL Sostegni bis, i giovani al di sotto dei trentasei anni di età che intendono accendere un mutuo per l’acquisto della prima abitazione potranno presentare domanda di bonus fino al termine di scadenza del 30 giugno 2022.

Come riporta il sito trend-online.com, questo è quanto stabilito dal decreto-legge 73/2021 pubblicato nella Gazzetta ufficiale il 25 maggio 2021. Fra i requisiti da soddisfare per richiedere ed ottenere il bonus prima casa, bisogna che l’ISEE non superi i 40.000 euro annui. Allo stesso tempo, sono definitivamente cancellate le imposte da pagare collegate all’acquisto della prima casa. Si dirà addio all’imposta catastale, ipotecaria e di registro con un risparmio sui costi di acquisto prima abitazione fino ai 9.000 euro.

Anticipo a carico dello Stato!

La novità più importante dell’entrata in vigore del DL Sostegni bis, però, riguarda l’introduzione del Fondo garanzia per i mutui prima casa Consap, grazie al quale sarà offerta la possibilità alle giovani coppie under trentasei di stipulare un contratto di mutuo senza versare l’anticipo. Questo, infatti, sarà totalmente a carico dello Stato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news