Migranti e asilo intesa UE, ma l’Ungheria si oppone

Migranti, Salvini annuncia una circolare per limitare permessi per motivi umanitari

A proposito del Patto su migrazione e asilo, il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Unione hanno raggiunto un accordo, che è stato annunciato dalla vicepresidente della Commissione, Margaritis Schinas. L’esponente ha chiarito che “tutti i pezzi stanno andando al loro posto. Abbiamo fatto un passo avanti sui cinque pilastri chiave del Patto. La strada per arrivare a questo punto è stata lunga. Ma ce l’abbiamo fatta”.

Per la Metsola un giorno che passerà alla storia!

La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen ha in seguito evidenziato: “Saranno gli europei a decidere chi arriva e chi può restare nell’Ue, non i trafficanti”. Per la presidente del Parlamento Europeo, Roberta Metsola, si tratta di “un giorno che passerà alla storia”. Tuttavia c’è chi non la pensa così. Ad esempio l’Ungheria “rifiuta con forza” questo accordo, mentre secondo le ONG, con questo Patto ci saranno più morti in mare.

Per le ONG ci saranno più morti in mare!

Attraverso una nota emessa successivamente, la von der Leyen ha chiarito che “la migrazione è una sfida europea che richiede soluzioni europee. Gli Stati membri alle nostre frontiere esterne devono gestire la migrazione illegale, che spesso mette a dura prova la loro protezione delle frontiere. Il Patto garantirà una risposta europea efficace, assicurando che gli Stati membri condividano gli sforzi in modo responsabile. E proteggerà chi ha bisogno”. E ancora: “Ogni anno, centinaia di migliaia di migranti irregolari intraprendono viaggi pericolosi per raggiungere i nostri confini. Sono spesso vittime di criminali, contrabbandieri e trafficanti che li attirano con false promesse di passaggio sicuro ed estorcono loro denaro”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore