Mega concorso al Comune di Napoli: a quando il bando?

Concorsi Pubblici: le nuove regole previste nel Decreto Cura Italia

“Questo che parte è il concorso più grande che si sia mai fatto al Comune di Napoli. Per questo invito tutti a non perdere l’occasione: è un concorso vero, con assunzioni veloci, senza gioco delle tre carte, vale a dire con un tot che vengono fatte un anno e il resto chissà quando. È un concorso per 1000 posti ma da cui, in tre anni, potremmo attingere fino a 7000 persone”. Questo ha dichiarato – come riporta il sito Anteprima24.it – Gaetano Manfredi, il sindaco di Napoli, in commissione personale di Palazzo San Giacomo, assieme al direttore generale dell’ente di piazza Municipio Pasquale Granata e alla segretaria generale Maria Grazia Falciatore.

Come inviare le domande!

“I tre avvisi, perché ricerchiamo dirigenti e dipendenti di categoria C e D, saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale il 9 agosto. Le domande di partecipazione, quindi, potranno essere inoltrate fino all’8 settembre”, chiarisce il direttore Granata, che parla anche di come le domande dovranno essere inviate: “Tramite il sito del Comune di Napoli, una piattaforma che ci sta invidiando anche il Formez, l’ente con il quale si sta organizzando il concorsone”. Il primo cittadino evidenzia che l’obiettivo dell’amministrazione è quello di chiudere il tutto entro la fine del 2022.

Ampie possibilità di impiego!

“Ma anche chi in un primo momento, pur risultando idoneo, non risulterà nella lista dei vincitori – garantisce il Sindaco – avrà concrete possibilità di essere chiamato perché puntiamo di far scorrere la graduatoria anno dopo anno, quando aggiorneremo di volta in volta il piano del nostro fabbisogno di personale. Ma non solo: chi si piazzerà in graduatoria potrà essere anche impiegato presso gli altri Comuni dell’Area Metropolitana che già ci stanno chiedendo se potranno attingere da essa. Ho risposto ai vari sindaci che penseremo prima a rafforzare la nostra macchina comunale, naturalmente. Ma che poi tutta la Città Metropolitana potrà beneficiare del grande lavoro che stiamo mettendo in campo”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news