L’Europa dice addio alle banconote da 500!

L'Europa dice addio alle banconote da 500!

Da ieri, domenica 27 gennaio 2019, 17 banche centrali nazionali su 19 dei rispettivi paesi dell’area dell’euro hanno detto addio alle banconote da 500 euro. Per una transizione ordinata e per ragioni logistiche, come ha spiegato la Bce, la banca centrale tedesca Bundesbank e quella austriaca la Oesterreichische Nationalbank continueranno a emettere biglietti da 500 fino al 26 aprile 2019 compreso.

Le banconote da 500 euro non saranno più emesse in Europa. Ecco cosa succederà a quelle circolanti

Sono passati 20 anni da quanto la moneta unica “L’euro” è stata lanciata. Era il primo gennaio 1999, quando in 11 Paesi europei, tra cui anche l’Italia, è stata inizialmente utilizzata soltanto per le transazioni contabili e finanziarie, ed era nel 2002 che è stata utilizzata come banconota e moneta di uso comune negli stati dell’Ue. E da ieri, domenica 27 gennaio 2019, l’Europa dice addio alle banconote da 500 euro. Cosa succederà a quelle che sono già in circolazione?

Le banconote da 500 euro circolanti continueranno ad avere corso legale e potranno essere utilizzate come mezzo di pagamento e riserva di valore, ossia per le spese e il risparmio. Allo stesso modo, le banche, i cambiavalute e gli altri operatori commerciali possono continuare a reimmettere in circolazione i biglietti da 500 euro. Come tutte le banconote in euro, il biglietto da 500 euro preserverà sempre il suo valore e potrà essere cambiato in qualsiasi momento presso le banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro.

La Banca Centrale Europea, ha fatto sapere di aver preso questa decisione di sospendere la stampa delle banconote da 500 con lo scopo di combattere il riciclaggio di denaro, il finanziamento di organizzazioni criminali e terroristiche e l’evasione fiscale: In quanto questo taglio sono uno tra i mezzi più utilizzati dalle organizzazioni criminali, perchè le banconote da 500 euro possono essere spostare o nascoste in grandi quantità in quanto occupano poco spazio e per questo vengono utilizzate spesso per attività illecite.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news