Legge di Bilancio 2021: alcune delle misure contenute nella manovra economica!

Legge di Bilancio 2021: alcune delle misure contenute nella manovra economica

Vediamo insieme alcune delle misure contenute nella prossima Legge di Bilancio. Proroga della cig Covid fino alla fine dell’anno in modo da estendere la copertura a chi la dovesse esaurire già a metà novembre. Inoltre, ulteriori 18 settimane verranno previste con la legge di bilancio e, il prossimo anno, potranno essere richieste anche dalle aziende che non hanno usufruito degli ammortizzatori di emergenza.

Riferiscono Cgil, Cisl e Uil in una nota congiunta diffusa al termine dell’incontro con il governo: “Un fatto positivo, ma non sufficiente. Sin che dura questa straordinaria condizione di crisi sanitaria, noi chiediamo che così come vengono prorogati i sostegni alle imprese e all’economia, debba esserci anche la proroga della cassa Covid e del blocco dei licenziamenti e delle ulteriori indennità Covid e tutele in caso di disoccupazione“. Per i sindacati sono anche “del tutto insufficienti le risorse per il rinnovo dei contratti pubblici e per le assunzioni indispensabili alla scuola e alla pubblica amministrazione”. Cgil, Cisl, e Uil hanno chiesto al governo un confronto organico, urgente sugli ammortizzatori sociali, e una trattativa sulla riforma fiscale, a partire dalla detassazione degli aumenti contrattuali, sulla scuola, sull’Università e ricerca, sulla sanità e sull’utilizzo di tutte le risorse europee, a partire dal Mes per la sanità. Il prossimo incontro tra governo e parti sociali è stato fissato per mercoledì 21 ottobre alle ore 17.

I commenti a caldo di Luigi Di Maio al termine del vertice per varare la nuova manovra economica

Di Maio si è mostrato piuttosto soddisfatto al termine del vertice, durante il quale sono stati messi a punto gli aspetti principali della nuova manovra economica. Così il ministro degli esteri a chiusura del summit: “Abbiamo fatto quasi le 4 del mattino per chiudere i numeri della manovra. Un lavoro complesso che ha visto il coinvolgimento di tutti i ministeri e che nelle prossime settimane sarà integrato anche grazie al contributo del parlamento.

Sono davvero tante le novità che vanno incontro alle attuali esigenze del Paese e degli italiani. Abbiamo stanziato 1,6 miliardi per l’internazionalizzazione e l’export, così da dare forza alle nostre imprese che possono esportate all’estero il nostro Made in Italy. Dal prossimo luglio partirà l’assegno unico familiare, che verrà dato sia ai lavoratori dipendenti che alle partite iva. Per la sanità arrivano quasi 4 miliardi. Aumentiamo le indennità di medici e infermieri, e confermiamo il personale covid per il 2021. 4 miliardi per aiutare i settori più colpiti dal Covid, come il turismo, la ristorazione, i trasporti ecc. Riduciamo il costo del lavoro per le imprese con la decontribuzione del 30% per i lavoratori del sud e la decontribuzione per gli under 35 di tutta Italia.

Stanziati i fondi per avviare la riforma fiscale che partirà dal 2022, così da poter ridurre le tasse. E con questa manovra non ci sarà nessuna nuova tassa. Abbiamo pensato anche ai Comuni, per loro oltre 1 miliardo che potranno utilizzare per potenziare i servizi essenziali come il trasporto, servizi sociali e altro. Altre risorse per la scuola così da abolire le classi pollaio e assumere nuovi insegnanti di sostegno. Ci sarà lo stop alla riscossione e all’invio di nuove cartelle fino alla fine dell’anno. Rifinanziamo la cassa integrazione per i lavoratori per tutto l’anno. Così come l’ape sociale e opzione donna. Queste alcune delle principali misure di questa manovra, che ribadisco: dovrà dare risposte agli italiani. Risposte concrete per uscire tutti insieme dalla crisi pandemica”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news