Lega: subito al lavoro su caro bollette e pace fiscale

salvini-min (1)

Già nei primi giorni di vita del governo la Lega mette con decisione i suoi paletti in materia economica elencando esplicitamente le sue priorità alla presidentessa Giorgia Meloni. Subito abolizione della Legge Fornero, quota 41, flat tax al 15% e pace fiscale. Come riporta il sito dell’agenzia Ansa, in una riunione con i massimi esperti del partito, compreso il neoministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, Matteo Salvini rende effettiva la volontà di far sentire subito la sua voce forte e chiara nell’ambito dell’esecutivo.

Le prime azioni di Salvini!

Analogamente, dalle sue prime azioni da ministro delle Infrastrutture, emerge la volontà di Salvini di incidere su ogni aspetto, non solo su quello delle grandi opere, si pensi al Ponte sullo Stretto, ma anche su quello della sicurezza e della lotta all’emigrazione clandestina. Non a caso ha incontrato l’ammiraglio Nicola Carlone, comandante generale della Guardia Costiera, un corpo che, ricorda la Lega, “vanta un personale con 10.800 donne e uomini e centinaia di uffici e comandi in tutta Italia”. Come dire, un piccolo ‘esercito’ a sua disposizione pronto a battersi per “tornare a difendere i confini“.

La premier sotto pressione!

In altre parole, ci sono tutti gli elementi di una strategia da parte della Lega che punta a mettere pressione sul Presidente del Consiglio alle prese da subito con scelte importanti, già nella prossima legge di bilancio. Una prima uscita che potrebbe essere un piccolo antipasto di quella che sarà la linea della Lega nel nuovo esecutivo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news