L’economia frena secondo il presidente di Confindustria Bonomi

Confindustria-min

Il presidente di Confindustria Carlo Bonomi lancia un avvertimento, e cioè che la “frenata economica c’è“, e a tale proposito aggiunge: “Non possiamo chiudere gli occhi di fronte a quello che sta succedendo dalla seconda metà del 2022, di fronte ai colpi durissimi degli ultimi anni“. Il dirigente fa riferimento a “sempre nuove frustate esogene” che hanno “frenato la crescita” e di “crisi improvvise che sono diventate sempre più frequenti, rapide e imprevedibili”.

Imprevedibili tempeste esogene!

Il contesto in cui Bonomi ha detto queste cose è il Lombardia World Forum organizzato dalla Regione. Il Presidente chiarisce poi che i problemi degli ultimi anni sono stati procurati da “improvvise e imprevedibili tempeste esogene“. A poco tempo dal rinnovato appello al governo a tagliare le tasse, spiega: “Lombardia e il Nord nel complesso hanno dimostrato ancora una volta la loro maturazione e determinazione nel sapere realizzare balzi in avanti affrontando difficoltà estreme”.

La frenata si avverte al Nord!

La frenata, evidenzia poi il numero uno di Viale dell’Astronomia, “si avverte in Lombardia e in tutto il Nord e non possiamo fingere di non vederla, non possiamo sperare semplicemente che tutto passi. Questi anni ci hanno insegnato che esiste un new normal, nell’economia internazionale le crisi improvvise sono diventate sempre più frequenti, rapide e imprevedibili”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore