INPS: in arrivo ricevuta per la domanda di bonus, ma ci sono truffe online!

truffe-online-min

In questi giorni, a chi ha presentato la domanda per il bonus di seicento euro, sta arrivando la e-mail dell’INPS che comunica la ricezione della richiesta da parte dell’Istituto. La e-mail recita: “Gentile utente,
la sua domanda di indennità COVID19 è stata ricevuta dall’INPS con identificativo (…). Conservi questa e-mail, che è valida anche come ricevuta dell’avvenuta presentazione della domanda di indennità D.L. 18 del 17/03/2020″.

La e-mail non contiene alcuna richiesta di interazione con il sito dell’INPS, e dunque bisogna fare attenzione. Lo stesso Istituto, in un comunicato citato dal sito macity.it, segnala che ci sono truffatori in azione e tentativi di phishing: “In queste ore è partita una campagna di malware attraverso l’invio di SMS che invitano a cliccare su un link per aggiornare la propria domanda COVID-19 e inducono ad installare una APP malevola. A riguardo, si informa che tali SMS non sono inviati dall’INPS“.

Una bufala smentita!

E così prosegue il comunicato: “Eventuali SMS che l’Istituto dovesse inviare non conterranno link a siti web. L’unico accesso ai servizi INPS è dal sito istituzionale www.inps.it“. Qualche giorno fa, lo stesso Istituto ha smentito una bufala relativa a un fantomatico bonus studenti nel “Decreto Cura Italia”: “Sta girando in queste ore sui social una fake news che, utilizzando impropriamente il logo dell’INPS, invita gli studenti di età compresa fra i quindici e venti anni a fare domanda entro il 3 aprile per avere un indennizzo di 600 euro mensili per ogni mese del periodo di quarantena. In proposito si precisa che nel Decreto Cura Italia non è previsto alcun bonus in favore di studenti. Si ricorda che le uniche informazioni ufficiali si trovano sul sito istituzionale dell’Istituto, www.inps.it”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news