Il Senato approva la Manovra, le novità

Manovra, Pd e sindacati pronti a scendere in piazza per protesta

Il Senato ha dato l’ok alla legge di Bilancio la quale adesso passa alla Camera per l’approvazione definitiva entro il 31 dicembre 2023. Secondo quanto hanno evidenziato sia la presidente del Consiglio Giorgia Meloni che le forze politiche della maggioranza, questa Manovra è calibrata soprattutto sul supporto ai ceti meno abbienti, con il taglio al cuneo fiscale e la rivalutazione delle pensioni minime, e ancora, con la carta acquisti per le famiglie con il reddito più basso.

Le critiche dell’opposizione e la replica della Lega!

Tuttavia l’opposizione ha espresso severe critiche a questa Manovra. Al che il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo, ha replicato agli attacchi affermando: «Mai un governo di centrosinistra aveva fatto una manovra così incentrata ai ceti medio bassi come l’abbiamo fatta noi». E ancora «Questa è una manovra di bilancio orientata ai ceti medio bassi e ai lavoratori dipendenti. La conferma del taglio fiscale è una ottima misura. Oggi che questo governo di centrodestra conferma il taglio fino a sette punti non va bene, bisogna renderlo strutturale. Diciamo la verità: non va bene perché lo ha fatto un governo di centrodestra e non la sinistra».

Il commento del ministro Giorgetti!

A sua volta il ministro Giorgetti ha espresso soddisfazione: «Abbiamo approvato il bilancio dello Stato, c’è dentro anche quello che abbiamo fatto. Tanti l’hanno criticato, ma siccome viviamo in tempi complicati – e speriamo che non ci sia sempre una guerra in Europa – abbiamo deciso di aiutare le famiglie più bisognose, perché ci siamo resi conto che purtroppo questa guerra ha portato anche tanta inflazione nelle case degli italiani. Ignorare questo sarebbe ignorare la realtà».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore