Il Def al vaglio del Consiglio dei ministri, le ultime novità

Decreto sblocca cantieri: approvazione definitiva alla Camera

I pronostici in prospettiva del Documento di economia e finanza del governo Meloni, dicono che le successioni saranno semplificate. Intanto il Def arriva martedì 16 aprile all’esame del Consiglio dei ministri. L’esecutivo ha uno scopo: quello di semplificare tutta la normativa che riguarda le successioni e gli adempimenti attualmente previsti, con l’obiettivo di arrivare a un tributo unico.

Giorgetti assicura che non ci sarà una manovra correttiva!

Oltre a ciò bisogna dire che il ministro Giancarlo Giorgetti non prende in considerazione una Manovra correttiva. Il leghista titolare del dicastero, nel corso di una dichiarazione, ha garantito che “sostanzialmente siamo in linea“. Ne consegue che il Documento di economia e finanza, l’ultimo nella versione corrente prima dell’entrata in vigore della nuova governance europea, quest’anno si limiterà al quadro tendenziale.

Un quadro tendenziale analogo alla Nadef del settembre scorso!

Tale quadro sarà molto simile a quello della Nadef del settembre 2023. Infatti il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha detto: “Vogliamo rispettare esattamente gli obiettivi della Nadef che abbiamo presentato ad autunno . È una questione di credibilità. Se c’è qualcosa da correggere la correggeremo, ma sostanzialmente siamo in linea”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore