I concorsi scuola si terranno ad agosto e a ottobre!

Concorsi Pubblici: le nuove regole previste nel Decreto Cura Italia

È confermato: i tanto discussi concorsi per 48.500 docenti si faranno, la ministra Lucia Azzolina va avanti da sola, e dopo un surreale incontro a distanza, ha fatto pervenire ai sindacati i bandi per posta certificata. Il grande concorso ordinario da 24.000 posti per tutti i cicli scolastici – infanzia, primaria, secondaria di prima e secondo grado – riceverà le domande di partecipazione dei candidati dal 15 giugno al 31 luglio e si svolgerà, nelle intenzioni della ministra, a inizio ottobre.

Sono previsti test a crocette per la grande prova selettiva, con i computer installati in sedi regionali da individuare ma, allo stato attuale, difficili anche solo da immaginare. La prova straordinaria per le superiori e la procedura abilitante – per altri 24.500 mila posti – prevedono invece l’invio delle domande dal 28 maggio al 3 luglio e, secondo Azzolina, potrebbe svolgersi anche nel mese di agosto.

Maggioranza divisa e situazione complicata!

Su quanto sopra la maggioranza è spaccata: i Cinque Stelle sono quasi tutti favorevoli, i renziani sono possibilisti, mentre Pd e Leu sono contrari. Infatti il sottosegretario Giuseppe De Cristofaro e la viceministra Anna Ascani spingono per la soluzione senza prove pubbliche, mentre i sindacati e i precari chiedono una procedura per titoli e anzianità. Di fatto la situazione per un impegno in presenza su tutto il territorio nazionale si mostra assai complicata, anche in prospettiva, dal momento che nelle due prove si prevede una partecipazione tra 180.000 e 240.000 candidati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news