Green Pass obbligatorio per tutti i lavoratori dal 15 ottobre 2021. Le novità in arrivo

Green Pass nei trasporti: tutte le prossime novità

Il Green Pass sarà reso obbligatorio per tutti i lavoratori: il decreto del Governo è stato approvato oggi. Come spiega il sito del Corriere della Sera, Mario Draghi dovrà decidere se «sdoppiare» il provvedimento partendo dalla pubblica amministrazione per procedere la prossima settimana con le aziende private, oppure far scattare subito la certificazione verde per tutti.

Ci sono da sciogliere i nodi legati ad alcune categorie, in particolare enti di regolazione delle attività economiche, società partecipate e studi professionali, ma la scelta è compiuta: a metà ottobre per entrare negli uffici e nelle fabbriche, sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza o per guidare autobus e taxi, bisognerà essere vaccinati almeno con la prima dose da 14 giorni, essere guariti nei precedenti nove mesi, avere un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Fedriga: «Non chiudere i locali pubblici anche in zona arancione»!

Il via libera dei Governatori arriva con il presidente della Conferenza delle Regioni, il leghista Massimiliano Fedriga, che chiede anche una modifica delle norme in vigore per non far scattare le chiusure dei locali pubblici in caso di passaggio in zona arancione: «I cittadini e le imprese hanno bisogno di certezze e le Regioni si stanno confrontando con il governo per ottenere la garanzia che le attività economiche possano rimanere aperte, per coloro che hanno il green pass, anche nel caso di passaggio in zona gialla o arancione».

Si tratta di un chiaro riferimento a bar e ristoranti che, in caso di peggioramento della curva epidemiologica e di conseguenza di un cambio di fascia, sarebbero costretti a chiudere. Anche per questo Fedriga si appella «a tutte le attività economiche, tra cui le cooperative, affinché spronino i propri lavoratori a immunizzarsi».

Da metà ottobre il decreto va in vigore!

Nel decreto approvato la scorsa settimana è stata fissata al 10 ottobre l’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per i lavoratori che svolgono mansioni nelle Rsa. Nel nuovo decreto è stato dato tempo fino al 15 ottobre a chi non è vaccinato per poter ricevere almeno la prima dose e così mettersi in regola. Come evidenziano gli scienziati, oltre quella data si rischia che la curva possa tornare a salire anche per effetto della riapertura delle scuole e del maggior affollamento sui mezzi pubblici. Per questo motivo pare escluso che si possa andare oltre per l’obbligo di Green Pass.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore