Green Pass e restrizioni: le ultime novità per il Ponte dell’Immacolata

Che cos’è e come funziona il Green Pass italiano ed europeo

Il ponte dell’Immacolata è in arrivo e tutti gli italiani si preparano a celebrare la prima festività natalizia. Quest’anno l’8 dicembre cadrà di mercoledì, regalando ai più fortunati un weekend lungo da passare con la famiglia o in viaggio. Ma con l’aumento dei contagi delle ultime settimane, non si sa ancora, come spiega il sito tg24.sky.it, quale sarà la situazione pandemica all’Immacolata. Se adesso l’Italia è tutta in bianco, e permette riunioni e spostamenti, è possibile che per l’8 dicembre più di una Regione sia in zona gialla o arancione.

Ovviamente il cambio di colore fa tornare le restrizioni, che sono graduali a seconda della gravità della situazione. Quindi prima di organizzare un viaggio per il ponte è importante andare a rivedere le regole per le diverse zone e attività. Ricordiamo che è consentito stare in famiglia e con gli amici, viaggiare, andare in giro per negozi, al ristorante, visitare musei. Resta l’obbligo di esibire il certificato verde prima di entrare nei luoghi pubblici e prima di salire su aerei, navi e treni. È possibile che entro fine novembre possa cambiare qualche regola sulla durata del Green Pass, da dodici mesi a nove o sei.

Sci e viaggi!

Intanto la stagione sciistica riparte il 27 novembre e il weekend dell’Immacolata sarà il primo vero test per il settore. Per accedere, sia in zona bianca che in zona gialla è necessario il Green Pass. Vista la forza della quarta ondata che in tutta Europa sta mettendo in difficoltà i Paesi, dalla Germania all’Austria, il consiglio del ministero della Salute è di limitare i viaggi all’estero. Diverse nazioni stanno introducendo nuovi lockdown e limitazioni ai turisti. Quindi chi ha programmato un viaggio all’estero dovrà verificare le regole nel Paese di arrivo e al rientro in Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news