Genitori separati basso reddito, richiesta di Bonus entro il 31 marzo 2024

Dedicata a te, la carta da attivare entro il 31 gennaio 2024

I genitori divorziati o separati con reddito non superiore a 8.174 euro, possono richiedere un contributo all’INPS entro il 31 marzo 2024. In effetti si tratta di un sussidio destinata a coloro che, nel periodo dell’emergenza a causa del Covid-19, vivevano con figli minorenni o maggiorenni con handicap grave, e in quello stesso periodo non avevano ricevuto l’assegno di mantenimento dall’ex coniuge.

Il contributo si cumula con il Bonus mamme!

Le istruzioni per accedere al provvedimento si possono trovare sul sito internet dell’Istituto: il Bonus spetta al genitore separato nel caso in cui l’ex coniuge, a causa dell’emergenza epidemiologica, sia stato costretto a lasciare il lavoro dall’8 marzo per un minimo di novanta giorni oppure abbia avuto un reddito ridotto almeno del 30% rispetto a quello dell’anno prima. Il sussidio si va ad aggiungere al Bonus mamme

Max 800 euro per dodici mensilità!

La richiesta deve essere presentata all’Istituto mediante il servizio “Contributo per genitori separati o divorziati per garantire la continuità dell’erogazione dell’assegno di mantenimento” che si trova nella sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Il contributo viene versato con un importo uguale a quello non riconosciuto dell’assegno di mantenimento e fino a un massimo di 800 euro al mese. Può essere erogato per un periodo massimo di dodici mensilità, contestualmente alla disponibilità del fondo messo a disposizione, in totale dieci milioni di euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore