G7 Trasporti, il summit valutato positivamente da Salvini

salvini-min (1)

Al G7 Trasporti è stato approvato un documento nel quale è descritto il ruolo della neutralità energetica e tecnologica. Questo è quanto sostiene il ministro Matteo Salvini al termine dei lavori che si sono svolti a Milano. Salvini dice: “Abbiamo approvato una dichiarazione di 67 punti un lavoro abbastanza corposo con due passaggi sostenuti dal governo italiano, il 19 e il 40. Uno è sulla transizione ecologica, che il G7 conferma, però priva di ideologia, improntata al buon senso, tanto che al punto 19 si parla di ‘neutralità tecnologica‘, che è quello a cui come Italia, come ministero e come partito abbiamo sempre puntato. Abbiamo parlato di nucleare, di biocarburante, perché non tutto è solo elettrico“.

Per il vicepremier un G7 positivo e pragmatico!

Salvini ha definito questo G7 positivo e pragmatico. E ha continuato “Sono per il libero mercato però è chiaro che alcune regole imposte dall’Ue non ci mettono in condizione di competere ad armi pari con gli altri Paesi. Quindi, mettere nero su bianco come G7 – e non come Matteo Salvini – che il fatto che si parli di risultati e di neutralità dal punto di vista tecnologico e si citino carburanti alternativi, il dialogo costruttivo con gli operatori privati, e i biocarburanti sostenibili significa lasciare aperto uno spazio anche al motore a combustione interna, altrimenti da qui a pochi anni sarà il suicidio economico“.

A livello internazionale si interessano del Ponte sullo Stretto!

Matteo Salvini ha detto ancora: “Il Ponte sullo Stretto è uno dei temi su cui più mi hanno chiesto informazioni: lo fate, quando partite, quando lo inaugurate? Ho già invitato commissaria europea Aldina Valean nel 2032“. E in seguito il ministro ha aggiunto che “le piccole polemiche locali a livello globale sono solo rumore di fondo” mentre “le grandi opere all’estero sono viste come qualcosa di assolutamente necessario”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore