Fondo perduto per la nuova casa: 30.000 euro di bonus

Mutuo agevolato prima casa, partono le domande per il bonus

Molte frodi si sono verificate sul bonus casa e le banche sono considerate corresponsabili di troppe truffe relativamente ai crediti che accettano, e così tanti cantieri sono bloccati. Può allora sorprendere che lo Stato ritenga di erogare ben 30.000 euro a fondo perduto per l’acquisto di un nuovo immobile. Eppure questo sussidio è effettivamente partito. Infatti questa è la cifra che – come spiega il sito ilovetrading.it – viene messa nelle tasche di chi desidera comprare un nuovo immobile e si tratta di una vera e propria somma a fondo perduto.

Tale sussidio mira ad aiutare le famiglie ma soprattutto a ripopolare zone che si stanno spopolando. La regione Emilia Romagna ha appena pubblicato un bando nel quale si spiega come ben 121 comuni della regione partecipano ad un’iniziativa davvero molto particolare. Addirittura per chi acquista casa in uno di questi 121 comuni ci saranno ben 30.000 euro di contributi a fondo perduto. La regione ha stanziato ben 25 milioni di euro per questo particolarissimo bonus. Per poter richiedere questo aiuto c’è bisogno che l’acquirente sia nato a partire dall’anno 1982 e che non abbia ancora compiuto i 40 anni.

Tre condizioni!

Ne consegue che c’è un limite anagrafico per quello che riguarda questo particolare bonus. Quindi si può dire che questo particolare bonus casa sia una specie di bonus under 40 ma c’è anche un altro limite. Infatti l’ISEE del nucleo familiare deve essere entro i 50.000 euro. Se si rispettano questi due requisiti si può accedere a questo bonus ma è importante che l’acquirente del bonus ci vada a vivere e che non lo venda oppure lo affitti.

Naturalmente lo scopo di questo bonus è quello di favorire il ripopolamento e quindi non avrebbe senso fare acquistare case che poi si affittano o si rivendono. Il bonus può essere richiesto dal 12 ottobre 2022 e fino al 10 novembre 2022. Le domande saranno inserite in un’apposita graduatoria e il contratto di compravendita andrà stipulato entro massimo nove mesi dalla approvazione della stessa graduatoria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news