Festa della Repubblica, le parole di Mattarella, che visita anche Codogno!

Elezione del Capo dello Stato: elettori e schieramenti

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dato il via alle celebrazioni per il 2 giugno con un messaggio ai prefetti. Poi ha deposto la corona d’alloro all’Altare della Patria. Secondo il sito del Corriere della sera, è stata una cerimonia con molta coreografia e partecipazione, con un imponente picchetto d’onore e la presenza di tutti i vertici istituzionali, da Giuseppe Conte ai presidenti delle Camere, accolti da un grande stendardo tricolore sorretto da due gru e dallo spettacolo delle Frecce Tricolori.

Mattarella ha detto: «L’eccezionalità della situazione ha determinato difficoltà mai sperimentate nella storia della Repubblica, ponendo a tutti i livelli di governo una continua domanda di unità, responsabilità e coesione». Il Capo dello Stato ha quindi evidenziato: «La ricorrenza del 2 giugno coincide quest’anno con un momento particolarmente difficile per il Paese , che si avvia alla ripresa dopo la fase più drammatica dell’emergenza sanitaria da Covid-19».

Il messaggio alle Forze Armate

«Le precauzioni e le restrizioni, necessarie per fronteggiare la difficile congiuntura sanitaria, non consentono di svolgere né la tradizionale sfilata a Roma né le manifestazioni locali, nelle quali è essenziale il contributo delle Forze Armate — ha detto poi il Presidente in un messaggio inviato al capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli — I valori di rispetto dei diritti, solidarietà, umanità, che animano costantemente il vostro operato, in Italia e nei teatri di crisi, al servizio della pace, della democrazia e della sicurezza, trovano fondamento nella Costituzione e incontrano la riconoscenza dei nostri concittadini».

Commemorazione a Codogno

In seguito il presidente Mattarella si è recato a Codogno per partecipare alla commemorazione delle vittime del Covid-19 nella città che per prima ha dovuto subire l’emergenza sanitaria, lo scorso 21 febbraio, quando venne diagnosticato il primo cittadino italiano ammalato di coronavirus.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news