Elezioni amministrative 2021, successo del centrosinistra al primo turno

Elezioni amministrative 2021, successo del centrosinistra al primo turno

Il centrosinistra ha prevalso a Milano, Bologna e Napoli, mentre a Torino, Roma e Trieste andranno al ballottaggio. Il M5s è in caduta libera, ma Conte rassicura: “È l’inizio di un nuovo corso“. Il centrodestra ha vinto solo in Regione Calabria e piccoli Comuni, ma potrebbe rifarsi al ballottaggio. Salvini ha fatto autocritica: “il centrodestra unito vince, ma deve essere unito davvero“.

Il centrosinistra si è imposto nettamente al primo turno delle amministrative 2021, che hanno portato al voto le più importanti città italiane. Ad aver superato la soglia del 50% delle preferenze espresse sono stati Beppe Sala a Milano (57,73%), Matteo Lepore a Bologna (61,90%) e Gaetano Manfredi a Napoli (63%). Torneranno al voto per il ballottaggio Roma, Torino e Trieste. Nella giornata di lunedì si sono chiuse anche le votazioni per il Presidente della Regione Calabria, dove il candidato di centrodestra Roberto Occhiuto prenderà il posto di Jole Santelli, prematuramente scomparsa nel 2020.

Coalizione giallorossa!

A Milano il sindaco uscente Beppe Sala si è imposto su Luca Bernardo, candidato del centrodestra che non è andato oltre al 32%. Oltre a Bernardo, un’altra sfidante era la grillina Layla Pavone, che si è fermata sotto la soglia del 3%. Insieme a lei, anche Gianluigi Paragone e altri candidati si sono fermati al 3%. A Bologna, oltre al successo di Matteo Lepore, festeggia anche l’ex leader delle sardine Mattia Santori, tra i più votati nel compartimento del Pd. Il candidato del centrodestra Fabio Battistini si è fermato sotto al 30%. Lepore era sostenuto dal M5s in una coalizione giallorossa che è stata sperimentata anche in altre città. È il caso di Napoli, dove il vincitore Gaetano Manfredi si è imposto su Catello Maresca, ex magistrato candidato del centrodestra che si è fermato intorno al 21% dei voti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news