Elezioni amministrative 2021, chiuse le liste. I nomi dei candidati

Elezioni amministrative 2021, successo del centrosinistra al primo turno

Le liste per le elezioni amministrative, che si terranno il 3 e il 4 ottobre 2021 in circa 1.200 comuni, sono state chiuse a mezzogiorno di ieri: non si possono più apportare modifiche. Fra i candidati figurano comici, ultrà, musicisti, no vax, ex calciatori e consumati politici. L’attenzione è tutta puntata sulle grandi città come Roma, Torino, Milano, Bologna, Napoli.

Roma

Come riporta il sito tg24.sky.it, a Roma c’è una folta schiera di candidati: trentanove le liste collegate alle candidature, di cui venti a sostegno dei quattro principali contendenti: Virginia Raggi del M5S, Carlo Calenda per una lista civica, Roberto Gualtieri per il Centrosinistra, Enrico Michetti per il Centrodestra. Certi candidati provengono dal calcio: Ubaldo Righetti, campione d’Italia 1982-83, è numero 2 nella lista Pd. Antonio Di Carlo, ex centrocampista giallorosso, è al fianco del candidato del Centrodestra con il comico Pippo Franco. È candidato anche Francesco Cuomo, ex capo ultras della Lazio, in lista con Azione nel municipio III, e Roman Pastore, finito negli ultimi giorni al centro delle polemiche social per gli orologi di grande valore al polso. Per Virginia Raggi, sindaco uscente, c’è l’ex ministro Alfonso Pecoraro Scanio.

Milano

Depositate a Milano ventotto liste, mentre i candidati a sindaco sono tredici: l’uscente Beppe Sala del Centrosinistra, viene sfidato, fra gli altri, dal pediatra del Centrodestra Luca Bernardo, da Layla Pavone, la manager voluta da Giuseppe Conte per il M5S, dal medico Teodosio De Bonis, del movimento 3V, e da Gianluigi Paragone, ex M5S sostenuto dalla sua civica Milano Paragone sindaco e Grande Nord.

Napoli

A Napoli i candidati sono sette: Gaetano Manfredi (Pd, M5S, liste civiche), Catello Maresca (Centrodestra, liste civiche), Alessandra Clemente (area de Magistris, Rifondazione Comunista, Comunisti italiani e Potere al Popolo), Antonio Bassolino (Azione, civiche), Matteo Brambilla (dissidenti M5S), il biologo Giovanni Moscarella (sostenuto da Movimento 3V, area no vax e no Green pass), Rossella Solombrino (Equità Territoriale).

Torino

A Torino ha deciso di scendere in campo Max Casacci, chitarrista dei Subsonica, con Francesco Tresso e la lista civica di sinistra Torino Domani. Torino vede tredici candidati sindaco e trenta liste. Torino Capitale d’Europa Basta Isee candida a primo cittadino Emilio Mazza. Pd, Moderati, Sinistra Ecologista, Articolo 1, Lista Civica per Lo Russo, Torino Domani sono per Stefano Lo Russo, Torino Bellissima, Lega, Forza Italia, Popolo della Famiglia, Fratelli d’Italia Sì Tav Sì lavoro, Progresso Torino per Paolo Damilano, M5S e Europa Verde per Valentina Sganga. Potere al Popolo, PCI e Sinistra in Comune sostengono Angelo D’ors, Greta Giusi Di Cristina è invece sostenuta dal PC e Torino Città Futura. Ugo Mattei da Futura Torino. Roberto Salerno dal Mat, Italexit e Noi Cittadini appoggiano Ivano Verra e la lista 3V per la libertà vaccinale sta con Paolo Alonge. Lorenzo Varaldo si candida con Divieto di Licenziare, Davide Betti Balducci per Partito Gay e Partito Animalista Italiano e Massimo Chiesi con il Partito Comunista dei Lavoratori

Bologna

A Bologna ecco diciannove liste e otto candidati: Matteo Lepore (Europa Verde, Pd Lepore sindaco, Matteo Lepore Sindaco, Anche tu Conti, M5s 2050, Coalizione civica per Bologna coraggiosa ecologista solidale, Lista Psi-Volt), Fabio Battistini (Fli, Bologna ci piace, Popolo della famiglia, Lega e FI), Stefano Sermenghi (Bfc-Bologna forum civico e Per Bologna Italexit), Addolorata Palumbo (Sinistra Unita Bologna), Marta Collot (Potere al Popolo), Andrea Tosatto (3V), Federico Bacchiocchi (Pc lavoratori) e Luca Labanti (Lista Movimento 24 agosto).

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news