Dopo il Reddito di Cittadinanza quale sarà il supporto del governo?

Reddito di Cittadinanza: obbligatorio dal 1 febbraio il super green pass per i percettori. Le ultime novità

Sono stati diffusi i primi dati ufficiali a cura dellʼAnpal in seguito allʼeliminazione del Reddito di Cittadinanza dal primo agosto 2023. Il sussidio è finito per più di 112.000 persone occupabili. Per costoro dal primo settembre inizia il Supporto alla formazione per il lavoro e lʼassegno ridotto di 350 euro mensili. 70.000 abili al lavoro (il 62%) sono stati preso in carico dai servizi per il lavoro.

Come ottenere il miniassegno da 350 euro!

In certi casi tale misura sostituirà il sussidio fermato dal governo Meloni. Per ottenere il miniassegno da 350 euro sarà necessario rispettare certe norme, tipo la sottoscrizione del Piano di attivazione digitale per accedere fra gli occupati. Al di là dei Centri per l’impiego, accederanno alle liste anche le agenzie per il Lavoro, i Comuni, gli enti e fondi bilaterali di formazione, le strutture di servizio civile.

Il Supporto per la formazione e il lavoro!

In effetti, secondo certi dati forniti dalla stessa ministra Calderone, come abbiamo visto sopra, sono già attivabili sul mercato del lavoro circa 112.000 soggetti. Fra questi figurano ex beneficiari del RdC, che non hanno nel loro nucleo familiare almeno un minore, un disabile o un over 60 e che non sono essi stessi invalidi o con problemi di inserimento sociale. Del resto Il 15% dei 112.000 è in ogni modo già iscritto a una misura di politica attiva, che dà diritto al Supporto per la formazione e il lavoro. Per i restanti 73.000 da settembre iniziano a prendere posto le nuove regole: una di queste è la riduzione dell’ISEE, da 9.600 a 6.000 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore