Coronavirus, scrutini ed esami di Maturità!

scuole-chiuse-2-min

Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione, è stata intervistata a “Tutti in classe”, su Radio Rai 1, per dare alcune precisazioni sulla Maturità 2020 di fronte all’emergenza coronavirus. Nell’intervento, riportato dal sito notizie.virgilio.it, la Ministra ha dichiarato che il Governo sta “pensando a possibili soluzioni relative al momento in cui si ritornerà a scuola”.

Secondo Azzolina l’esame di Maturità dovrà “tenere in considerazione cosa gli studenti hanno fatto in questo periodo di didattica a distanza e cosa non hanno fatto”. Alla e-mail di uno studente che riferiva che la didattica a distanza nella sua scuola è stata attivata soltanto in alcune materie, la Ministra ha risposto: “Ci stiamo riflettendo, abbiamo già in mente possibili soluzioni che garantiscano agli studenti di fare un esame serio, giusto, in cui non si perda il sapore dell’esame, ma devo tutelare gli studenti rispetto agli apprendimenti degli ultimi mesi”.

L’esame sarà reale e l’anno scolastico sarà valido!

La Azzolina ha specificato che “l’esame di Stato riguarda il percorso sviluppato in tutti i cinque anni di studio. Io devo tranquillizzare rispetto a quella parte di programma, da febbraio a giugno, e garantire un esame che sia reale, rispetto alla parte di programma non realizzata. Stessa cosa vale per gli studenti delle medie“. E poi: “L’anno scolastico sarà valido e gli insegnanti hanno la piena libertà di valutare come ritengono; moltissimi lo stanno già facendo, stanno già valutando” sulla base della didattica a distanza, “ma io non ho l’ossessione del voto“.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news