Coronavirus, Lombardia e Sardegna in zona arancione!

roberto-speranza-min

Milano – Stamane, domenica 24 gennaio, la Lombardia si è risvegliata in zona arancione. Molti negozianti e attività, già oggi, potranno riaprire i battenti. Come riporta il sito de Il Giorno, rialzano le saracinesche i negozi al dettaglio. Ok all’attività sportiva all’aperto, senza uscire dal proprio Comune. Stop ancora, invece, alle consumazioni dentro bar e ristoranti o nelle immediate adiacenze.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato se ordinanze per il cambio di colore di due regioni: la Lombardia, appunto, con Rt a 0,82 che da rossa diventa arancione e la Sardegna che con Rt a 0,95 in peggioramento va da gialla ad arancione. Ciò ha scatenato furiose polemiche fra Regione Lombardia e Governo che si sono rinfacciati a vicenda la responsabilità per i dati sbagliati che una settimana fa hanno condannato la Lombardia a una, ingiusta, settimana di zona rossa.

Le regole della zona arancione!

Si può circolare dalle 5 alle 22 nello stesso Comune. Ammessa una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, nello stesso Comune, in massimo due persone più figli minori di quattordici anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi. Dai Comuni fino a 5.000 abitanti, spostamenti consentiti anche entro trenta chilometri dai confini con divieto di andare nei capoluoghi di Provincia. Ci si può spostare in altri Comuni per lavoro, salute o servizi non presenti nel proprio. Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5. Ci vuole l’autocerficazione per spostarsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news