Coronavirus, le misure economiche urgenti del decreto!

Coronavirus: Pedretti chiede maggiore senso di protezione per gli anziani

Il Consiglio dei ministri ha dato l’ok al decreto urgente a sostegno dell’economia nelle zone colpite dal coronavirus. Le misure preannunciate nei giorni scorsi sono confermate. Nelle zone rosse, gli abitanti usufruiranno di un blocco per due mesi al pagamento delle bollette e della sospensione fino al 30 aprile delle rate assicurative. Sospese anche le cartelle esattoriali e le rate per un anno dei beneficiari di mutui agevolati.

Si stanziano cinquanta milioni nel 2020 a favore delle Pmi danneggiate dall’emergenza coronavirus. Prevista anche una norma ‘salva stipendio’ per i dipendenti pubblici, mentre per le assenze per malattia dovute al virus, non si applicherà la decurtazione del trattamento economico accessorio. Oltre a ciò vi sono misure per tutto il Paese in sostegno delle aziende turistiche con la sospensione dei tributi previdenziali e delle ritenute fiscali.

La norma salva-anno scolastico!

C’è anche la norma che salva l’anno scolastico, derogando al limite di almeno duecento giorni per la sua validità. In tal modo, anche se le chiusure dovessero protrarsi, gli studenti che frequentano le scuole chiuse a causa del coronavirus non perderanno l’anno. Inoltre una norma voluta dal ministro della Famiglia estende il regime fiscale di non imponibilità delle donazioni di alimenti alle donazioni di altre merci, come abiti o computer. In sostegno del comparto agricolo, le richieste di certificazioni relative al coronavirus per i prodotti italiani destinati all’esportazione saranno sanzionate come pratiche sleali. Si prevede anche un fondo rotativo per mutui a tasso zero a sostegno delle imprese agricole che si trovano in difficoltà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore