Coronavirus, a Natale e Capodanno spostamenti liberi!

coronavirus1-min

Il Parlamento deve decidere tra due possibili scelte: spostamento libero entro le province oppure limitato ai Comuni fino a cinquemila abitanti. Ma in ogni caso a Natale cadrà il divieto imposto con il Decreto entrato in vigore il 4 dicembre. Come spiega il sito del Corriere della Sera, il provvedimento sarà presentato lunedì alla Camera. Nel frattempo si lavora per garantire il ritorno a scuola degli studenti medi il 7 gennaio.

Un emendamento al decreto ristori oppure a un altro provvedimento attualmente all’esame di Montecitorio  introdurrà una deroga rispetto al divieto imposto per il 25 e il 26 dicembre e il 1° gennaio 2021. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha prestato ascolto alle insistenze dell’opposizione, dei governatori e sindaci, ma vuole che sia il Parlamento a decidere.

Decida il Parlamento!

Così il premier: «Se, assumendosene tutta la responsabilità, vuole introdurre qualche eccezione ai divieti di spostamento tra i Comuni che scatteranno in alcuni giorni ci confronteremo anche con gli altri capi delegazione e ritorneremo su questo punto. Ma ovviamente il Parlamento è sovrano». Il ministro Francesco Boccia condivide: «Utilizzare le dimensioni dei Comuni per aprire un dibattito politico su se sia necessario aprire tutta Italia e aprire i confini dei Comuni dentro le province o dentro le Regioni io penso sia irresponsabile. Chi vuole aprire tutto se ne assuma la responsabilità, il Parlamento è sovrano. Penso che il parere di Speranza sarà sicuramente contrario come il mio se mi dovesse essere chiesto, chi vuole modificare lo faccia assumendosene le responsabilità».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news