Coronavirus, il nuovo decreto economico!

gualtieri-min

Il governo sta preparando il secondo decreto economico, che dovrebbe essere portato in Consiglio dei ministri venerdì prossimo venturo. Quali sono le sue linee chiave? Soprattutto misure di sostegno alle imprese oltre la zona rossa del coronavirus, per supportare in tutto il territorio nazionale, pur con una modulazione degli interventi secondo le zone, i settori più colpiti, a partire dal turismo, dalla logistica e dai trasporti.

L’intento di spesa è di 3,6 miliardi, interamente coperti da un aumento del deficit 2020 dello 0,2%, in via di autorizzazione nei prossimi giorni in Parlamento. Il governo intende varare un terzo provvedimento, di carattere più strutturale, finalizzato al rilancio degli investimenti. Ma per Matteo Salvini i 3,6 miliardi sono insufficienti: «È come dare un’aspirina a chi ha la broncopolmonite. Servono almeno 50 miliardi», ha dichiarato il leader della Lega. Pronta la risposta del Pd, che lo rimprovera di «sparare via social numeri a caso».

Provvedimenti del decreto

Intanto con il secondo decreto sono in arrivo: estensione della cassa integrazione in deroga, aumento del fondo di garanzia per l’acceso al credito delle piccole e medie imprese, indennizzi alle aziende e ai lavoratori autonomi che abbiano subito danni rilevanti, che potrebbero prendere la forma di uno sconto sulle tasse. Parte delle risorse saranno inoltre destinate al potenziamento del servizio sanitario, con l’assunzione di medici e infermieri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news