Contanti, Pos e bonifici, ecco le nuove regole

Pagamento-con-carta-min

Si alza a 5.000 euro l’uso dei contanti, via libera al bonus per chi installa il Pos per pagamenti elettronici con carte, allungamento dei tempi di copertura per i crediti di imposta dopo la fine del 2022, riduzione del superbonus 110% al 90%: ecco alcune delle misure contenute nel Decreto Aiuti Quater. Le ultime notizie, riportate dal sito Businessonline.it, confermano l’aumento del limite di uso dei contanti a cinquemila euro dal primo gennaio 2023 e non più la riduzione dai duemila euro attuali a mille come era già previsto.

Pos!

In effetti dal prossimo anno 2023 il tetto all’uso dei contanti sarebbe dovuto scendere a mille euro ma non sarà così: al contrario, il tetto sarà alzato fino a cinquemila euro. Via libera anche all’introduzione di un incentivo di 50 euro per i pagamenti con Pos da riconoscere ai commercianti. Stando a quanto previsto dal decreto Aiuti Quater, ad avere diritto all’incentivo di 50 euro sarebbero i soggetti passivi Iva obbligati alla memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri delle spese sostenute nel 2023. 

Il bonus per pagamenti con Pos sarà erogato sotto forma di credito d’imposta, quindi come sconto sulle tasse per l’adeguamento dei registratori di cassa telematici al 100% della spesa sostenuta, per un massimo di 50 euro. Inoltre, sempre con riguardo all’uso del Pos, il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, ha annunciato che potrebbero essere cancellate le sanzioni già nella prossima Legge di Bilancio da approvare entro il 31 dicembre.

Tutto come prima per conti e bonifici!

Dal 30 giugno 2022 sono, infatti, scattate le sanzioni per commercianti, esercenti e professionisti che si rifiutano di accettare pagamenti con Pos. La sanzione è di 30 euro, più il 4% della cifra che si sarebbe dovuta pagare con Pos. Se per limite all’uso dei contanti e pagamenti con Pos sono state già previste novità al via dal 2023, per conti correnti e bonifici non dovrebbero essere previste novità rispetto a regole o procedure.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news