Consiglio dei ministri, le novità sul tavolo

Pnnr: la posizione del governo in merito alla rinuncia ai fondi

Tanti sono i temi argomento di discussione della prossima riunione dell’esecutivo: fra questi figurano la tassa sugli extraprofitti delle banche, l’uscita dal mercato tutelato per l’elettricità e inoltre la Nota di aggiornamento del Def, che è rivolta già alla prossima Legge di Bilancio. Il problema maggiore rimangono le risorse: c’è l’eventualità di un leggero incremento del deficit per il 2024.

Una riunione dai contenuti molto densi!

E dunque è un Consiglio dei ministri molto intenso quello di oggi, lunedì 25 settembre: Bonus benzina, bollette, Nadef e molto altro, con un particolare riguardo per le misure volte a tutelare le famiglie contro i rincari di questi ultimi mesi. La massima attenzione sarà data alle misure da inserire nel decreto energia per facilitare il passaggio verso il mercato libero dell’elettricità, un passo rimandato in questi anni ma che in questo momento si rende necessario, anche perché legato agli obiettivi del Pnrr.

Il problema delle risorse!

La questione più importante, tuttavia, resta quella della reperibilità delle risorse per la Legge di Bilancio: la Nota di aggiornamento del Def che verrà portata giovedì prossimo nel successivo Consiglio dei ministri potrebbe già anticipare un probabile maggior deficit per il 2024, con conseguente stanziamento di maggiori risorse. Per questo si sta considerando come possibile entrata anche una tassa sulle vincite dei giochi. Il limite nel Def era stato fissato al 3,7% e si medita su un possibile innalzamento al 3,8 o 3,9% per il 2024.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore