Carceri, l’impegno dell’AIGA per migliorare le condizioni dei reclusi

Carceri: il Pd ritira la proposta di legge sulle detenute madri

La sezione parmense dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati, attraverso il suo direttivo, ha preso posizione nei confronti della Camera Penale di Parma a proposito delle condizioni di detenzione dei reclusi nelle carceri. Così recita il comunicato dell’AIGA: “Apprendiamo con sorpresa che i Colleghi di Camera Penale Parma hanno sentito il bisogno di prendere pubblicamente le distanze da un nostro comunicato, che si limita a descrivere sinteticamente la visita al carcere di Parma e non nega di certo le criticità della situazione carceraria”.

Adesione all’iniziativa dell’Osservatorio Nazionale AIGA sulle Carceri!

Il comunicato da cui la Camera Penale ha preso le distanze, era finalizzato a “far conoscere al pubblico l’adesione della sezione di Parma alla più ampia iniziativa Nazionale dell’ONAC; iniziativa che si tradurrà in una nostra relazione approfondita sulle condizioni dell’Istituto penitenziario di Parma ed in proposte concrete volte ad affrontare strutturalmente l’emergenza carceri”.

L’importanza di una riforma dell’ordinamento penitenziario!

Oltre a ciò “spiace che non sia stato compreso da chi ha criticato quanto espresso nel suddetto comunicato, probabilmente perché non conosce l’attività dell’Osservatorio Nazionale Carceri di AIGA che nasce proprio per monitorare la situazione delle carceri italiane e sensibilizzare l’opinione pubblica ed il legislatore sull’importanza di una riforma dell’ordinamento penitenziario e che, nel 2023, ha portato alla redazione del “libro bianco”, che è molto più di un semplice resoconto sulla situazione delle carceri, ma ha l’obiettivo di promuovere proposte concrete di modifica dell’ordinamento penitenziario e degli istituti carcerari”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore