Assistenti civici senza compiti di polizia, tutte le novità!

assistenti-civici-min

Le nuove figure di assistenti civici avranno qualcosa in comune con quelle dei pensionati e dei nonni che all’uscita dalle scuole sorvegliano i bambini che attraversano la strada. Queste figure non avranno mansioni di controllo, né tanto meno di polizia, perché non potranno elevare o minacciare contravvenzioni. In effetti, ancor prima di nascere, gli assistenti civici sono già stati ridimensionati nei ruoli e nelle funzioni.

Nel frattempo, dopo tutta una giornata di polemiche e di ulteriori scontri politici, di fronte all’ennesimo “casus belli” tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha convocato una riunione con i ministri Luciana Lamorgese, Francesco Boccia e Nunzia Catalfo. Secondo il sito de Il Messaggero, in questo incontro sono stati usati toni molto franchi.

La mediazione di Conte

Sempre secondo il sito del quotidiano romano, sarebbe stato lo stesso Primo Ministro a ricondurre tutte le cose nel loro giusto alveo e in un ragionevole ordine. La decisione del ministro Boccia di mettere in campo sessantamila assistenti civici non è piaciuta ai suoi alleati, né dal punto di vista del metodo, né da quello del merito. Dopo la riunione, c’è stato un chiarimento di Palazzo Chigi.

Una nota di Palazzo Chigi

Ecco la nota: «I ministri direttamente interessati al progetto proseguiranno nelle prossime ore nel mettere a punto i dettagli di questa iniziativa, che mira, per il tramite della Protezione civile, a soddisfare la richiesta di Anci di potersi avvalere, per tutta la durata dell’emergenza sanitaria, di soggetti chiamati ad espletare, gratuitamente, prestazioni di volontariato, con finalità di mera utilità e solidarietà sociale, anche attraverso la rete del Terzo Settore».

E infine: «Questa iniziativa si inserisce nell’alveo di quelle già assunte dalla Protezione civile, che hanno portato a dislocare oltre 2.300 volontari nelle varie strutture ospedaliere, nelle Rsa e nelle carceri. Questi soggetti volontari non saranno incaricati di pubblico servizio e la loro attività non avrà nulla a che vedere con le attività a cui sono tradizionalmente preposte le forze di polizia».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news