Assegno Unico, le novità per il 2024

Assegno Unico per i figli, tutte le ultime novità

L’Assegno Unico conoscerà un nuovo aumento nell’anno nuovo, il 2024, andando a raggiungere un numero ancora più elevato delle 5,59 milioni di famiglie che ne hanno beneficiato solamente nei primi nove mesi del 2023. Infatti il Dlgs 230/2021 che disciplina il provvedimento decreta che gli importi siano agganciati all’inflazione e vadano adeguati ogni anno al costo della vita.

A gennaio 2024 l’Istat comunicherà l’adeguamento!

Allo stato attuale l’ammontare minimo dell’Assegno Unico è di circa 54 euro al mese, quello massimo 189,20 euro per ciascun figlio. Viene altresì contemplata una maggiorazione del 50% per chi ha figli di meno di un anno e per chi ne ha tre o più, con un limite Isee di 40.000 euro. Sappiamo che nel gennaio 2023 l’Assegno Unico era aumentato dell’8,1%, ma oggi non c’è modo di sapere di quanto sarà l’adeguamento nel 2024. In effetti il dato verrà comunicato a gennaio dall’Istat e potrebbe essere analogo al +5,4% fissato per la perequazione delle pensioni.

La platea dei beneficiari si allarga!

Il Sole 24 Ore ha fatto dei calcoli valutando questo 5,4% come probabile aumento. Prima di tutto la platea dei beneficiari dovrebbe allargarsi, perché la soglia Isee per la quota base salirebbe da 16.215 euro a 17.090,61 euro, e il contributo passerebbe da 189,2 a 199,4 euro per figlio. Per quanto riguarda invece la quota minima, il quotidiano economico considera un Isee a 45.575 euro e un assegno che salirebbe da circa 54 euro a 57,2 euro per ciascun figlio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore