Assegno di inclusione e assegno unico, tutte le novità

assegno-universale-figli-2020-min

La ministra del Lavoro, Marina Calderone, prendendo parte l’11 gennaio alla trasmissione “Cinque Minuti” su Rai Uno, ha fatto un primo bilancio delle nuove misure introdotte dal Decreto Lavoro in sostituzione del Reddito di Cittadinanza, cioè l’assegno di inclusione e il supporto per la formazione e il lavoro. A tutto il 10 gennaio sono state presentate 476.000 domande per l’assegno di inclusione. Per 450.000 di queste il patto di attivazione digitale (Pad) è stato sottoscritto entro il 7 gennaio e pertanto le famiglie riceveranno il primo pagamento il 26 del mese.

Operatività del SFL e dell’ADI!

Ricapitolando, il supporto per la formazione e il lavoro (SFL) è attivo dallo scorso settembre e prevede il riconoscimento di un’indennità di 350 euro mensili per la partecipazione a progetti di formazione e accompagnamento al lavoro. mentre l’assegno di inclusione (ADI) è operativo dal 1° gennaio, anche se la domanda si può presentare dal 18 dicembre, e consiste in un’indennità mensile erogata in favore dei nuclei familiari più fragili. Come evidenzia la Ministra, la combinazione di assegno di inclusione e assegno unico porterà nelle tasche delle famiglie con tre o più figli e con redditi bassi oltre 2.000 euro in più di quanto avessero nel periodo in cui era in vigore il RdC.

Gli stanziamenti previsti!

Oltre a ciò la titolare del dicastero del Lavoro, ha evidenziato il fatto che non c’è una effettiva differenza fra gli stanziamenti previsti a suo tempo per finanziare il Reddito di Cittadinanza e quelli per le nuove misure di inclusione sociale e lavorativa introdotte dall’attuale esecutivo nell Decreto Lavoro. La somma della spesa programmata per l’assegno di inclusione, a supporto dei nuclei familiari fragili, e per il sostegno per la formazione e il lavoro, di accompagnamento al lavoro anche attraverso la formazione, è di 6,85 miliardi di euro, ai quali in seguito si aggiungono altri 100 milioni stanziati per il bonus per l’assunzione dei beneficiari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news

Informazioni sull'autore