Amnistia: la marcia di Pasqua del Partito Radicale dopo l’appello di Papa Francesco!

Amnistia: la marcia di Pasqua del Partito Radicale dopo l'appello di Papa Francesco

Si terrà domani domenica 12 aprile 2020 in occasione della Santa Pasqua la VI Marcia di Pasqua organizzata dal Partito Radicale, che arriva dopo l’importante appello lanciato pochi giorni fa dal Pontefice alle istituzioni, affinchè possano trovare una soluzione al problema delle carceri divenuto in questa pandemia ancora più urgente e preoccupante. Obiettivo principale della marcia è quello di richiamare l’attenzione delle istituzioni sulla grave situazione del sovraffollamento carcerario in cui versa il sistema penitenziario italiano. Questi gli intendimenti enunciati dai sostenitori: “Perché il Presidente della Repubblica conceda in modo massiccio la grazia. Perché i Procuratori della Repubblica verifichino fisicamente le reali condizioni di detenzione e la loro rispondenza alle leggi. Perché i Prefetti verifichino che nelle singole celle siano applicati decreti e ordinanze”.

La VI Marcia di Pasqua si terrà domenica 12 aprile a partire dalle ore 11 dalle frequenze di Radio Radicale. Insieme a dirigenti e militanti del Partito, hanno tra gli altri preannunciato il loro intervento durante la marcia: Clemente Mastella, Giuliano Pisapia, Francesco Ceraudo, Don Ettore Cannavera, Riccardo Iacona, Enrico Sbriglia. Sandra Lonardo, Roberto Giachetti, Paola Nugnes, Renata Polverini, Samuele Ciambriello, Vittorio Feltri, Corradino Mineo, Lillo Di Mauro.

Tra gli altri anche Alberto Mangano, componente della presidenza del comitato “Esistono i Diritti”, ha ribadito l’importanza di tale manifestazione: «Il 12 aprile ricorre la Pasqua Cristiana, la resurrezione di Gesù, una rinascita. Il 12 aprile può essere il giorno per un’altra rinascita, quella della dignità di tutti gli essere umani. Il 12 aprile è indetta una marcia di Pasqua per l’amnistia che possa rendere più umane le condizioni di chi è privato della libertà e anche di coloro che devono controllarli. La marcia sarà ovviamente virtuale e verrà rappresentata dalle migliaia di adesioni e dalle interviste che Radio Radicale avrà cura di trasmettere. Il comitato “Esistono i diritti” da oltre un anno sta conducendo una battaglia a Palermo per la nomina del garante comunale per i diritti delle persone detenute».

L’appello di Papa Francesco per richiamare l’attenzione sul problema del sovraffollamento nelle carceri

Intanto, pochi giorni fa nell’omelia a Santa Marta, Papa Francesco ha nuovamente riaffrontato il problema del sovraffollamento degli istituti di pena. Il Pontefice ha affrontato un discorso che gli sta molto a cuore, ossia il problema delle carceri e del sovraffollamento: “Penso a un problema grave che c’è in parecchie parti del mondo. Io vorrei che oggi pregassimo per il problema del sovraffollamento delle carceri. Dove c’è sovraffollamento, tanta gente, c’è il pericolo che questa pandemia finisca in una calamità grave. Preghiamo per i responsabili, coloro che devono prendere le decisioni, perché trovino la strada giusta e creativa per risolvere il problema“.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Diritto.news